venerdì 28 agosto 2020

RECENSIONE • La verità è che non sei distante abbastanza di Chiara Parenti

Buongiorno lettori come state? Ultimamente sto trascurando un pochino il blog, ma chi mi segue lo sa, mi trovate un po' più attiva sul mio profilo instagram. Oggi però vi voglio parlare dell'ultimo libro di Chiara Parenti, "La verità è che non sei distante abbastanza" il suo primo romanzo da selfpublisher. Se ancora non la conoscete vi lascio la mia recensione di uno dei suoi bellissimi libri La voce nascosta delle pietre.



La verità è che non sei distante abbastanza 
di Chiara Parenti

Marzo 2020. Elena Tonelli è furiosa. L’Italia è in lockdown e lei è rimasta bloccata a Reggio Emilia in un appartamento che odia insieme a Lorenzo, l’ex fidanzato fedifrago che l’ha tradita e dal quale vorrebbe stare a molto più di un metro di distanza. Pasti separati, letti separati, spesa separata. Le regole della prigionia sono chiare ma, anche così, le battaglie sono all’ordine del giorno.
Ipocondriaca nel mezzo di una pandemia globale, Elena trascorre le giornate a disinfettare qualsiasi tipo di superficie, dalle 3564 fughe dei pavimenti di casa alle zampe del cane. Lorenzo invece è molto più rilassato su questo punto: entra ed esce di casa ogni giorno con disinvoltura, senza mai dire dove vada, cosa che manda Elena fuori di testa. Per fortuna ci sono le amiche Rebecca, Asia e Giulia che, anche se lontane, le fanno sentire la propria vicinanza tra messaggi e videochiamate.
Ma a riempire di colore le giornate grigie di Elena è Alessandro, un affascinante giovane imprenditore che aveva conosciuto qualche mese prima e che sembra intenzionato a volere molto di più che chattare con lei. Tutto cambia la sera del 18 marzo, quando alla tv passano le immagini dei mezzi dell’esercito che trasportano le bare via da Bergamo: per la prima volta, Elena e Lorenzo si rendono conto della gravità di quello che sta succedendo fuori dal loro appartamento, e allora anche la lite sulla tavoletta del wc rimasta alzata perde di significato.
Inaspettatamente ricominciano a parlare e in casa inizia il cessate il fuoco. Sarà solo una tregua provvisoria o, intrappolati insieme, riusciranno anche a riscoprire quello che li univa prima? E Alessandro cosa farà? Resterà a guardare?

Un romanzo fresco e vivace per accarezzare i cuori con una ventata di leggerezza, dopo i pesanti mesi di lockdown. Una commedia romantica ironica e frizzante capace di provocare risate e sospiri, perché alla fine è il sorriso la cura più efficace contro le avversità della vita.

Su Spotify trovate anche la playlist (che sto ascoltando proprio in questo momento mentre vi scrivo) Clicca qui per ascoltarla!


Mi è capitato spesso di leggere libri che vogliono far ridere a tutti i costi ma in realtà (almeno con me) hanno uno scarso risultato, mi sembrano delle esagerazioni. Chiara Parenti con questo libro mi ha fatta ridere, sorridere, pensare, ricordare. Parla di un momento difficile che abbiamo passato tutti quanti, una pandemia che ci ha presi inevitabilmente alla sprovvista, ma lo fa in modo leggero, con ironia, proprio per farci tornare a respirare, riuscendoci a pieno. 

Andrà tutto bene. Da Nord a Sud, il messaggio vola di balcone in balcone sulla scia di una promessa colorata come un grande arcobaleno.

Trovo che i personaggi siano belli e reali soprattutto perché imperfetti, dai protagonisti, alla mamma, al fratello, alla cognata e le amiche, persone semplici che hanno pregi ma grandi difetti, si amano in ogni caso così come sono. Parla anche della mia Bergamo, questa volta con tutta la serietà possibile, non c'è modo di scherzare su ciò che è accaduto qui o in ogni altro paese e ammetto che ho avuto la pelle d'oca leggendo quelle pagine; lo considero un omaggio alla nostra città che ha vissuto nella paura e per tutte quelle persone che hanno sofferto ai quali lo consiglio forse anche solo per ricominciare a sorridere! 
Ho amato il messaggio che forse può essere considerato all'antica ma amare vuol dire sapere sempre aggiustare anche le cose rotte pur di riportarle in vita, almeno finché si riesceUn libro frizzante ma che fa pensare allo stesso tempo. Ringrazio Chiara per avermi fatto leggere il suo libro perché senza saperlo era proprio il libro di cui avevo bisogno in questo momento.


mercoledì 17 giugno 2020

Sneak Peek: Collisione di Monica Brizzi

Buongiorno lettori, oggi sul blog vi porto lo Sneak Peek di Collisione (ve ne ho parlato qui), si tratta di una specie di segnalazione in anteprima con un esclusivo estratto inedito, letteralmente significa... sbirciatina!



Titolo: Collisione - La Principessa dei Mondi #3

Autore: Monica Brizzi
Genere: romance distopico
Editore: Genesis Publishing 
Uscita: giugno
Prezzo: € 3,99 


Il dolore si era trasformato in collera e rivalsa. La mia mente urlava una sola cosa: vendetta. Vendetta. Vendetta. E lo sputai, come un drago con il fuoco.
Sputai ciò che desideravo e che bramavo con una nuova forza. «Se siete stati voi... beh, sto venendo a prendervi.

Maxilimilian Davis Hall e Niristilia Nerol della famiglia Neraides sono due leggende, tuttavia i popoli preferiscono acclamarli come Max, colonnello e capo dei ribelli terrestri, e Niris, principessa e futura regina di Mirika. E nessuno sa cosa il futuro ha in serbo per loro. Il pianeta rosa ha bisogno di una guida, quello blu di risposte. Perché le domande si affollano intorno a H e Mirikantes e le spiegazioni sembrano sempre più confuse e oscure. Nuove città, scoperte sconcertanti, perdite e addii. Tra una rivelazione e l’altra, Max e Niris dovranno cercare di tenere insieme i pezzi dell’universo e di loro stessi. Perché tutto sta per cambiare. E questa volta, sarà per sempre.




INCIPIT
Max


Fuliggine, cenere. Me le sento sulle dita, sulla lingua. Nuvole e polvere. Il mondo è tetro, una nube informe, un globo frammentato e oscuro. Oceani, terre. Pinete e neve. Vita e dolore. Sangue, sangue, sangue. Ce l’ho addosso, sul viso, tra i capelli, nel petto. Non so dove finisce il mio e inizia il suo. Ne sono strafatto. Lo vedo, cosa succede fuori, ma non lo registro. Mi scivola addosso, come acqua sulla pelle. Sono troppo impegnato a rompermi.
Un pezzo per volta. Parti di me, giunture, contorni, cellule, organi. Rotto. Un pezzo che si stacca ogni volta che la guardo. «Funzionerà?» domando. Non può essere la mia voce, questa. È sottile, appena percettibile. È nulla e vuoto. «Funzionerà» mi ripete un’eco dentro la testa, un rollio confuso, un brusio illecito. Nella perdita totale, nella ricerca, nel voler mantenere la calma, le mie parole si replicano all'infinito. Fuori, tutto tace.





La serie è composta da:
La Terra - La Principessa dei Mondi #1
Mirika - La Principessa dei Mondi #2
Collisione - La Principessa dei Mondi #3




L'autrice:
Autrice. Moglie. Mamma. Lettrice. Docente. Adora inventare storie e scriverle. Ha sempre sonno e lo dice con frequenza. Per sopperire alla mancanza di argomenti riguardo a se stessa finisce spesso per parlare di cibo. O del tempo. Oltre che della trilogia La Principessa dei Mondi, è autrice di Ogni singola cosa, Amore, libri e piccole follie, È qui che volevo stare e Innamorarsi ai tempi della crisi.

Seguila su

martedì 9 giugno 2020

COVER REVEAL 🔼 Collisione di Monica Brizzi

Buongiorno lettori, vi ricordate quando ho iniziato a parlarvi della trilogia - La Principessa dei Mondi - della splendida Monica Brizzi? (lascio qui il link per gli smemorini) E' finalmente arrivato il momento di svelare la Cover del terzo capitolo... Collisione



Titolo: Collisione - La Principessa dei Mondi #3 
Autore: Monica Brizzi
Genere: romance distopico
Editore: Genesis Publishing 
Uscita: giugno 
Formato: ebook e cartaceo 


Il dolore si era trasformato in collera e rivalsa. La mia mente urlava una sola cosa: vendetta. Vendetta. Vendetta. E lo sputai, come un drago con il fuoco.
Sputai ciò che desideravo e che bramavo con una nuova forza.
«Se siete stati voi... beh, sto venendo a prendervi.»



Maxilimilian Davis Hall e Niristilia Nerol della famiglia Neraides sono due leggende, tuttavia i popoli preferiscono acclamarli come Max, colonnello e capo dei ribelli terrestri, e Niris, principessa e futura regina di Mirika. E nessuno sa cosa il futuro ha in serbo per loro.
Il pianeta rosa ha bisogno di una guida, quello blu di risposte. Perché le domande si affollano intorno a H e Mirikantes e le spiegazioni sembrano sempre più confuse e oscure.
Nuove città, scoperte sconcertanti, perdite e addii. Tra una rivelazione e l’altra, Max e Niris dovranno cercare di tenere insieme i pezzi dell’universo e di loro stessi. Perché tutto sta per cambiare. E questa volta, sarà per sempre.

La serie è composta da:
La Terra - La Principessa dei Mondi #1
Mirika - La Principessa dei Mondi #2
Collisione - La Principessa dei Mondi #3


L'autrice:
Autrice. Moglie. Mamma. Lettrice. Docente. Adora inventare storie e scriverle. Ha sempre sonno e lo dice con frequenza. Per sopperire alla mancanza di argomenti riguardo a se stessa finisce spesso per parlare di cibo. O del tempo. Oltre che della trilogia La Principessa dei Mondi, è autrice di Ogni singola cosa, Amore, libri e piccole follieÈ qui che volevo stare e Innamorarsi ai tempi della crisi.
Seguila su



venerdì 5 giugno 2020

RECENSIONE • Honeymoon di Banana Yoshimoto



Buongiorno lettori, oggi vi voglio parlare di uno dei libri che mi ha tenuta compagnia in questa quarantena, si tratta di una delle mie autrici preferite, Banana Yoshimoto con un libretto piccolo piccolo ma che mi ha lasciato tanto volando direttamente in Giappone.. Sto parlando di Honeymoon edito Feltrinelli

Honeymoon 
di Banana Yoshimoto
Pagine: 106
LINK AMAZON: https://amzn.to/2Uez5Dt

TRAMA: Manaka, ventitré anni, è cresciuta in una casa con un grande giardino, a pochi passi dalla casa di Hiroshi che sarà prima il suo compagno di giochi, poi l’amico intimo e quindi il marito. Si sono sposati a diciott’anni e il loro rapporto è rimasto lo stesso di sempre, basato sulla conoscenza profonda e la fiducia reciproca. Sono entrambi di carattere tranquillo e contemplativo. Manaka trascorre lungo tempo a curare il giardino e a giocare con il cane, ma Hiroshi talora sfoga l’angoscia da cui si sente sovrastato in improvvise crisi di pianto. La loro vita procede senza scosse fino alla morte del nonno di Hiroshi, con cui questi aveva vissuto dopo che i genitori l’avevano lasciato per unirsi a una setta religiosa in America. Nel mettere a posto la casa del nonno emergono particolari inquietanti sulla setta che portano alla luce antichi traumi. Per ritrovare la serenità perduta i due giovani decidono allora di concedersi una seconda luna di miele, in Australia. Andranno a visitare la madre di Manaka che, da quando ha abbandonato marito e figlia, vive laggiù. L’amore e l’innocenza di due giovani si oppongono alle manifestazioni più turpi dell’animo umano, in uno dei romanzi più unitari e maturi di Banana Yoshimoto. “Le nostre case sorgevano l’una a ridosso dell’altra, come se fosse stato il destino a progettarle apposta così”

Questo è romanzo molto breve che racconta di realtà e quotidianità con la lente di ingrandimento, nel modo che solo questa autrice sa fare. Devo infatti fare una premessa proprio per questo, per leggere un libro di tal genere dobbiamo totalmente dimenticare la mentalità e il modo di fare a cui siamo abituati noi occidentali, le atmosfere sono suggestive ed il modo di instaurare rapporti è tipicamente orientale. Bisogna lasciarsi totalmente andare in quei sapori, quegli odori, cultura e tradizione. Probabilmente se non si riesce ad abbandonare questi schemi sarà difficile apprezzarla a fondo. Il romanzo racchiude al suo interno argomenti duri come la depressione, l'elaborazione del lutto, l'abbandono, persone care che fanno parte di sette. Sposarsi ma imparare a conoscersi ogni giorno, è questo l'amore di cui parla, l'amore rispettoso, quasi fraterno, una sorta di fusione l'uno con l'altro, parla anche dell'amore incondizionato per gli animali, per i cani, forse l'ho amato proprio per questo. Un libro intriso di tristezza ma sempre verso una luce di speranza. Banana Yoshimoto riesce a scrive tutto ciò in modo pacato e gentile, con un ritmo lento, come se fosse una carezza.


Sorridevo. Anche lui sorrideva. Tutta la nostra storia, da quando ci eravamo incontrati la prima volta, dall'infanzia fino all'età adulta, è scritta in quel sorriso. Quando si fa la stessa cosa per molto tempo, si crea una strana profondità. I nostri sorrisi ne sono un perfetto esempio. In un attimo siamo attraversati da una comunicazione così profonda che è impossibile immaginare qualcosa di più nuovo e più bello.


Pur essendo un libro corto l'ho letto piano piano, facendo delle pause per riprendere fiato, questo è l'effetto che mi ha fatto. Se cercate una storia avventurosa e ricca di colpi di scena questo libro non fa al caso vostro ma potreste trovare spunti di riflessione molto interessanti. Io ho un debole per la Yoshimoto e per le sue storie contornate da un alone di malinconia, per me è un 5/5. 
🌙 🌙 🌙 🌙 🌙 

E voi l'avete letto? Fatemi sapere cosa ne pensate!




martedì 5 maggio 2020

ANGOLO AUTORE - Agatha Christie

Buongiorno lettori, oggi vorrei introdurre questa nuova rubrica con una delle ultime autrici che ho letto. Si tratta di Agatha Christie, vi parlerò di lei ma vi racconterò anche dei piccoli dettagli curiosi che forse non conoscevate ancora...


Dame Agatha Mary Clarissa Mille, nasce nel Regno Unito a Torquay, il 15 settembre 1890, era una timida bambina che per i primi anni d'istruzione non andò a scuola ma ebbe, grazie a sua madre, un'educazione domestica. Agatha era molto curiosa, imparò presto a leggere, si appassionò alla musica ed imparò a suonare il mandolino, il suo sogno nel cassetto infatti era quello di diventare una cantante lirica. A causa della sua patologica timidezza però bloccò questo sogno, tuttavia quel cassetto è stato poi riempito di manoscritti che hanno fatto la storia del giallo! 


La celebre romanziera era famosa anche per un'altra delle sue passioni, trattasi niente meno che del....SURF! Ebbene Sì, appena poteva, cavalcava l’onda e non solo quella del successo bensì, letteralmente, i cavalloni. Si è spinta fino in Sud Africa e addirittura ad Honolulu. Chi l’avrebbe mai detto? Nemmeno Poirot, anche se sembra prevedere sempre tutto…
Non ci credete?? Eccola qui!

È successo qualcosa di oscuro nella vita stessa di Agatha Christie, qualcosa di molto simile alla trama di un suo giallo. Ad un certo punto infatti, la scrittrice scomparve: nessuno sapeva dove fosse finita. Dopo dieci giorni venne ritrovata nel Nord dell’Inghilterra, in una località termale: aveva preso una stanza registrandosi con il nome dell’amante di suo marito, che l’aveva appena abbandonata. Qualcuno ha ipotizzato che la sparizione fosse parte di un piano per far sì che il marito venisse accusato di omicidio e occultamento di cadavere, altri per una trovata pubblicitaria, altri ancora per una specie di amnesia che le era stata diagnosticata.

Ma torniamo alla sua timidezza, per farvi capire quanto fosse tale basti pensare ad un episiodo successo nell’aprile del 1958. Il produttore della commedia La trappola per topi, tratta dal romanzo breve di Agatha Christie Tre topolini ciechi (1948) decise di celebrare lo straordinario successo con una grande festa in onore della scrittrice. Lei indossò il suo abito più bello, di chiffon verde bottiglia e guanti bianchi lunghi fino al gomito. Stava per entrare nella sala del Savoy Hotel, ma il portiere non la riconobbe e le rifiutò l’accesso. Invece di dire “Lei non sa chi sono io”, la scrittrice venne paralizzata dall’imbarazzo e dalla timidezza e si allontanò docilmente.

Il nome di Mary Westmacott vi dice qualcosa? Forse non lo sapete, ma Agatha Christie, ha deciso di cambiare nome quando ha abbandonato il genere che l’ha resa famosa..Nascosta sotto questo pseudonimo scrisse altri sei libri divertenti e d’amore. Agatha Christie morì per cause naturali nella sua Winterbrook House il 12 gennaio 1976 all'età di 85 anni.

Stiamo parlando di una donna stravagante e anticonformista che scrisse circa due libri all’anno per cinquantacinque anni, un patrimonio di 80 romanzi e racconti, 19 opere teatrali e quasi 40 film per la televisione e non smette ancora di avere nuovi lettori!

Ho lettto solo tre romanzi di questa formidabile autrice (Dieci Piccoli Indiani, Assassinio sull'Orient Express, Se morisse mio marito) ma penso che non mi fermerò qui! E voi quali libri avete letto e quali sono i vostri preferiti? Conoscevate queste piccole curiosità sulla Christie o ne avete altre da raccontarmi?  Sono molto curiosa!

A Presto.
Serena.






venerdì 1 maggio 2020

I libri non mi bastano mai! - KINDLE UNLIMITED

Buongiorno lettori, quanti di voi hanno approfittato di questo periodo di quarantena, per dedicarsi alla lettura? C'è chi (come me) soffre di acquisto compulsivo di libri e quindi ne ha sempre una scorta pronta, ma c'è anche chi riesce a finirli tutti, ritrovandosi senza più niente da leggere... una soluzione potrebbe essere Kindle Unlimited! Ovviamente, vista la quantità di libri presenti, non potevo lasciarmi sfuggire di testare con la prova gratuita di questo servizio! Ora vi spiego bene di cosa si tratta...


Cos'è Kindle Unlimited?

Kindle Unlimited è un servizio che consente di leggere illimitatamente da qualsiasi dispositivo, scegliendo tra più di 1 milione di titoli. Scopri gratuitamente nuovi autori, libri e generi: gialli, romanzi, fantascienza e molto ancora ancora. Puoi leggere su qualsiasi dispositivo. Il servizio è gratuito per i primi 30 giorni. Al termine del periodo di uso gratuito, l’abbonamento prosegue a €9,99 al mese. L’iscrizione può essere annullata in qualsiasi momento.

I vantaggi esclusivi di Kindle Unlimited includono:

- Accesso illimitato a oltre 1 milione di eBook
- Massima flessibilità di lettura, ovunque e su qualsiasi dispositivo, grazie all'app Kindle gratuita






Per gli amanti della MUSICA invece potete provare AMAZON MUSIC con 3 mesi d'uso gratuito!





sabato 25 gennaio 2020

SEGNALAZIONE ● Home sweet Home di Luca Guidara


Buonasera lettori, oggi vi voglio consigliare una nuova uscita per tutti gli amanti della casa ed in particolare di ordine e pulizia. Luca Guidare è un ragazzo che seguo sul suo profilo instagram, molto simpatico e attento alla casa, adoro seguire i suoi piccoli consigli e segreti per avere sempre tutto in ordine!

Home sweet Home
di Luca Guidara

Copertina flessibile: 244 pagine
Editore: De Agostini (28 gennaio 2020)


Ordine e pulizia fanno bene alla casa, ma anche allo spirito. Il Coach dell’Ordine apre le porte di casa sua per raccontarci, stanza per stanza, i segreti per poter vivere anche noi in una “home sweet home”.


Chi l’ha detto che fare le pulizie e riordinare siano solo un “male necessario”? Luca Guidara, coach dell’ordine e del pulito su Instagram, dimostra che prenderci cura della nostra casa può essere piacevole, gratificante e sorprendentemente rilassante.


Luca ci accoglie a casa sua e ci accompagna in un tour ideale in cui, stanza per stanza, ci spiega come trasformare in meglio il nostro ambiente e quindi la nostra vita, perché vivere nel fresco, nel bello e nel pulito fa sentire bene e dà serenità mentale. Questo obiettivo è alla portata anche di chi non ha la stessa predisposizione naturale all’ordine di Luca: in questo manuale pratico e smart troveremo tanti consigli su come ottenere i risultati desiderati, sui prodotti da usare, sui metodi per evitare gli sprechi, su come suddividere i compiti in famiglia (o tra coinquilini)… Perché tutte le faccende domestiche, con la giusta dose di organizzazione e qualche piccolo trucco, possono essere ottimizzate. E sentirsi davvero “a casa” nel nostro ambiente è una sensazione che non ha prezzo.


In fondo, la nostra casa ci rappresenta e ci racconta, e averne cura è un modo per prenderci cura di noi stessi e delle persone a cui teniamo: un atto d’amore, insomma. E se noi amiamo la nostra casa, anche lei amerà noi.


Per avere una casa sempre in ordine basta davvero poco, ve lo garantisco. Ci sono piccoli gesti che ci aiutano e che, se inseriti nella routine quotidiana, quasi non pesano. E vivere in una casa pulita e ordinata semplifica la vita e aiuta a stare bene. Pronti a fare ordine insieme?



giovedì 19 dicembre 2019

SEGNALAZIONE Il fetore dei soldi di Roberto Robert


Buon pomeriggio lettori! In questi giorni vorrei condividere con voi quelli che sono i miei ultimi arrivi in libreria, alcuni già iniziati altri ancora in attesa...Presto arriveranno tutte le recensioni ma nel frattempo ci tengo a consigliarveli e farveli conoscere, potrebbero essere delle belle idee regalo, tutti di genere diverso che si adattano alle varie personalità di amici e parenti.. Inizio subito con il primo libro, si tratta di un Noir edito Silele Edizioni per la collana Inside Yellow: Il Fetore dei Soldi di Roberto Robert. Ambientato nella mia città, Bergamo, con alcune venature storiche e saggistiche, ci inoltriamo nella storia di Diana, Dragomira e tutti i retroscena che nasconde una banca...

Siamo in guerra Vincenzo, una guerra contro tutti. Io comunque non dico che in battaglia occorra solamente il cannone, c'è un tempo per le armi e un tempo per la diplomazia. Mi auguro che quando verrà il tuo, di tempo, se lo vorrai, ci sia spazio anche per altri strumenti più pacifici di quelli odierni.


Autore: ROBERTO ROBERT
Collana: Inside Yellow
Genere: Noir
ISBN: 978-88-3348-061-9
PREZZO: 18,00€ Link Amazon
PAGINE: 486

Diana Egli, giovane dirigente del Banco Popolare Brembano, ha davanti a sé un compito assai difficile: salvare dal fallimento la banca fondata dai suoi antenati svizzeri alla fine dell’Ottocento, consentendo così alla famiglia di mantenerne il controllo malgrado i crescenti sotterfugi architettati da storici rivali. Dragomira Munteanu, giovane donna proveniente dall’Europa dell’Est giunta clandestinamente a Bergamo, deve realizzare un’impresa al limite del possibile: non farsi ammazzare, sfuggire ai fantasmi del proprio passato e infine portare a termine la sua spietata vendetta. Due donne collocate alle opposte estremità della scala sociale che combattono con tutte le loro forze contro nemici sempre più agguerriti, finché all’improvviso le loro strade e le loro vite si incroceranno obbligandole a compiere scelte drammatiche. Una vicenda dell’Italia di oggi, che ha per sfondo una città da sempre dedita al lavoro. Sotto questa irreprensibile immagine si rivela però l’autentico obiettivo di molti tra i personaggi del romanzo, che all’interno delle pagine popolano un oscuro sottobosco: arricchirsi a dismisura senza alcun rispetto delle regole.

lunedì 12 agosto 2019

Un arcobaleno di libri 🌈

Buongiorno lettori...oggi voglio raccontarvi una bellissima storia! Non so se ve l'ho mai detto ma lavoro in un parco divertimenti dedicato ai bambini, un posto magico agli occhi di grandi e piccini...proprio qui in una di queste torride mattine estive, un ospite, mi consegna un libro che aveva trovato sulla seduta della mia attrazione..provo a chiedere agli ultimi bambini che si stavano allontanando, ma nulla sembrava non appartenere a nessuno. L'ho tenuto con me tutto il giorno in attesa che qualcuno venisse a reclamarlo, quando incuriosita non ho potuto fare a meno di sfogliarlo, sembrava un semplicissimo e colorato libretto per bambini, tre simpatici racconti, draghi, Re, regni lontani..All'interno della copertina però spiccava un adesivo che diceva "Ciao! Siamo Irene e Sara. Io, Irene, ho 6 anni e ho gli occhi azzurri. Sara è la mia sorellina, aveva 2 anni ma è volata in cielo. Ci piacciono tanto le storie, vogliamo che questi libri girino nei paesi e nelle città per far sorridere altri bambini. Se ti piace puoi prenderne uno, leggerlo e lasciarlo dove vuoi.




Ho preso questo libretto e l'ho riposto proprio dove l'avevano trovato, per far sorridere Irene, Sara e quel bambino che poi se ne è andato tutto contento con il libro tra le mani. Ci tenevo tanto a farvi conoscere questa storia perché la trovo un'iniziativa stupenda che mi ha toccata il cuore! Un modo bellissimo per diffondere la gioia e l'amore che la piccola Sara sapeva emanare a chi le stava intorno con il desiderio di vedere bambini felici che leggono storie in tutto il mondo.

Questo progetto, oltre a rappresentare un piccolo grande ricordo di Sara, mira a promuovere gratuità e cultura verso gli altri,fiducia nell’incontro e nelle relazioni umane, cura della propria comunità, attenzione per le storie delle persone e dei libri.


Se volete conoscere qualcosa di più sulla loro storia vi lascio qui sotto tutti i loro contatti, potete anche partecipare al loro progetto gratuitamente!


martedì 30 luglio 2019

SEGNALAZIONE ० Bosco Bianco di Diego Galdino


Buonasera lettori, oggi torno a parlarvi di un bravissimo scrittore, che ho consocito tramite il libro "Il primo caffè del mattino" (Trovate la recensione QUI)  come avrete capito si tratta di Diego Galdino che presenta il suo nuovo romanzo “Bosco Bianco”

E’ uno degli autori italiani maggiormente pubblicati all’estero. I suoi romanzi sono diventati dei veri best sellers. Lui è Diego Galdino il famoso scrittore-barista romano che torna con una storia d’amore bellissima “Bosco Bianco”.


TRAMA: Nel suo testamento, la signora Chiara Pizzi lascia in eredità Bosco Bianco, una bellissima e storica tenuta affacciata sulla costiera amalfitana, a suo nipote Samuele Milleri, figlio di sua sorella e alla signorina Maia Antonini, figlia della sua più cara amica d’infanzia. Si racconta che a Bosco Bianco sia nascosto il diario segreto del leggendario scrittore americano Albert Grant. Proprio per questo motivo Andrea Razzi, ricco uomo d’affari, con velleità politiche, vuole entrarne in possesso a qualsiasi posto, tanto da acquistare da Samuele Milleri la sua metà di Bosco Bianco appena ereditata, approfittando dei suoi gravi problemi finanziari, per poi obbligare Giorgio Betti, il suo migliore e fascinoso agente immobiliare, a fingersi il nipote della vecchia proprietaria per cercare di convincere Maia Antonini a vendergli la sua parte della tenuta, anche a costo di farla innamorare. Ma vivere a Bosco Bianco, seppur per pochissimo tempo, può ambiare il destino delle persone. Lo sapeva bene lo scrittore americano Albert Grant, che aveva fatto dell’amore la sua ragione di vita perché come era scritto alla fine del suo libro più famoso…“Per perdersi non serve un posto, basta una persona”


L'AUTORE: Diego Galdino (classe 1971) vive a Roma e ogni mattina si alza mentre la città ancora dorme, per aprire il suo Bar dove tutti i giorni saluta i clienti con i caffè più fantasiosi della città.

Con Sperling&Kupfer ha pubblicato il suo romanzo d’esordio Il primo caffè del mattino (di cui sono stati venduti anche i diritti cinematografici) Mi arrivi come da un sogno, Vorrei che l’amore avesse i tuoi occhi, Ti vedo per la prima volta e L’ultimo caffè della sera. Autore di successo internazionale è tradotto nei paesi di lingua tedesca, in Polonia, Bulgaria, Serbia e nei paesi di lingua spagnola. Bosco Bianco è l’attesissimo romanzo che viene autopubblicato per una scelta di cuore. Un bellissimo atto d’amore e riconoscenza verso i tanti lettori che da sempre lo stimano.

- Perché uno scrittore come Diego Galdino decide di autopubblicarsi ?

Nella scrittura, così come nella vita, si deve essere coraggiosi. Voglio essere una voce per i giovani talenti della scrittura, soprattutto per coloro che decidono di affidarsi al self publishing. Ricevere un NO non significa doversi fermare o abbattere. Ci sono infinite strade percorribili. Non bisogna mai permettere a nessuno di decidere per i nostri sogni, perché finché scrivi qualcuno ti potrà leggere, ma se smetti di scrivere è sicuro che non ti leggerà nessuno.

- In quale momento della sua vita inizia a scrivere Bosco Bianco ?

Ho deciso di scrivere Bosco Bianco in un momento in cui avevo paura, dopo il divorzio, di perdere le mie figlie. Per raccontare un amore senza pregiudizi, senza stare lì a pensare se sia giusto o sbagliato amare, ma lasciandosi guidare solo dal proprio cuore.